Prizzi

A circa 1.000 metri sul livello del mare, in una splendida posizione panoramica che si apre sulle vallate del fiume Sosio e del fiume Vicaria, sorge Prizzilo smeraldo dei Sicani. Il paese, i cui confini sono delimitati dalle vicine Corleone e Palazzo Adriano, è il luogo ideale per trascorrere qualche giorno di vacanza in tutte le stagioni ma soprattutto in inverno quando il panorama si imbianca di neve assumendo tutte le caratteristiche del tipico paesaggio nordico da cartolina con i tetti a spiovente delle case, i vicoli e le stradine uniformemente colorate di bianco.

 

Chi va a Prizzi lo fa per respirare aria pura, per rilassarsi lontano dal rumore della città e immergersi nell’ambiente suggestivo e incontaminato delle sue riserve naturali, o per gustare gli squisiti prodotti enogastronomici locali come il pecorino stagionato, il caciocavallo o ‘u tumazzo dal caratteristico sapore piccante, accompagnati magari da un buon bicchiere di vino rosso locale. La Valle del Sosio, attraversata dall’omonimo fiume, è una delle riserve naturali di Prizzi, da tempo meta di tanti studiosi, che vi ammirano l’irripetibile fauna fossile del Permiano (280-225 milioni di anni fa). Un’altra riserva naturale di Prizzi è quella di Monte Carcaci (alto 1.196 metri sul livello del mare) che in autunno è sorvolato dalle gru e popolato da tanti rapaci oramai rari come aquile, falchi e capovaccai.

 

Luogo meritevole di attenzione dal punto di vista naturalistico è inoltre, il Lago di Raia, un bacino artificiale con una capacità di 9 milioni di metri cubi d’acqua, formatosi grazie alla realizzazione di una diga alta 40 metri.

Nessun evento trovato!
Ultime News